Contact Us

Use the form on the right to contact us.

You can edit the text in this area, and change where the contact form on the right submits to, by entering edit mode using the modes on the bottom right. 

         

123 Street Avenue, City Town, 99999

(123) 555-6789

email@address.com

 

You can set your address, phone number, email and site description in the settings tab.
Link to read me page with more information.

NEWS

Filtering by Tag: Lorenzo Redaelli

NEWS: LORENZO REDAELLI'S MILKY WAY PRINCE: THE VAMPIRE STAR AT GAME ON 2019!

COLL.EO

LORENZO.png

Lorenzo Redaelli’s Milky Way Prince: The Vampire Star will be featured at Game On! El Arte en Juego, South America’s most important game design and Game Art festival.

Lorenzo developed his game during the 2018-2019 edition of the Master of Arts in Game Design at IULM University and was accepted by Game On! El arte en juego which takes place November 22 -30 2019 at the Cultural San Martin in Buenos Aires, within the framework of the Festival of Digital Culture Electronic November. Game On! is the only exhibition in Argentina addressing the artistic and cultural impact of video games. The exhibition will feature more than 40 national and international works, including machinima, interactive experiences, experimental art and video games, alternative controls and more. As you may recall, Milky Way Prince was also accepted to Game Happens, which takes place in Genoa, Italy, between November 8-10 2019.

Click here to see the game’s page.

gameon

Milky Way Prince is a first-person interactive visual novel about an abusive relationship between two individuals, one of whom suffers from Borderline Personality Disorder. A love/erotic story, between a guy and a “shooting star” that follows players’ decisions, Milky Way Prince suggests that falling in love with somebody who suffers from BPD is like falling in love with a star. The more intense the move, the more unstable the person. The game’s key themes are idealization, self-annihilation/sacrifice for the beloved, and codependency. Reaching the Milky Way by helping the Prince seems to be the main goal of the game. But what is the price one has to pay? The character you interact with morphs his behavior/reactions onto the player’s “strategy”. This could lead to rage tests, love bombing sessions or ways to move compassion and to make the player feel guilty. The main narrative elements are based on variables such as the player’s submission or interest in the partner. Sex is both a narrative artifice and a way to investigate the other person’s body and psyche. The player can use three of his five senses during an erotic interlude. Dialogue slowly disappears and sex becomes the only way to have a “conversation” with the beloved. 

Lorenzo received a B.A. in Communication, Media, and Advertising in 2017 from IULM University with a Thesis titled “Gojira vs. Godzilla; How Hollywood reinvented Japanese Kaiju movies.” Among his passions are Japanese culture, art, and interactive storytelling. He directed several animated shorts, shot an independent film, and produced two albums. Lorenzo lives and works in Milan.


Il videogioco di Lorenzo Redaelli, Milky Way Prince: The Vampire Star, sarà presentato all’edizione 2019 di Game On! El arte en juego, il più importante festival di arte videoludica del Sud America.

Lorenzo ha sviluppato il suo gioco durante l'edizione 2018-2019 del Master of Arts in Game Design presso l'Università IULM ed è stato accettato da Game On! El arte en juego che si svolgerà dal 22 al 30 novembre 2019 al Cultural San Martin di Buenos Aires, nell'ambito del Festival della Cultura Digitale Noviembre Electronica. Game On! è la più importante manifestazione in Argentina dedicata all'impatto artistico e culturale dei videogiochi. Saranno proposte oltre 40 opere nazionali e internazionali, tra cui machinima, esperienze interattive, arte sperimentale e videogiochi, controlli alternativi e altro ancora. Milky Way Prince è stato inoltre accettato da Game Happens, che si svolge a Genova, Italia, tra l'8-10 novembre 2019.

Milky Way Prince è una visual novel in prima persona che mette in scena una relazione psicologicamente abusiva con una persona che soffre di disturbo Borderline della personalità. Storia d’amore/erotica tra un ragazzo e una stella cadente, Milky Way Prince si sviluppa in base alle decisioni del giocatore. Innamorarsi di una persona che soffre di BPD è come innamorarsi di una stella: più l’amore cresce e più questa diventa instabile. I temi principali sono l’idealizzazione, il sacrificio per la persona amata e la codipendenza. Il giocatore è convinto che l’obiettivo consista nel raggiungere la Via Lattea aiutando il Principe. Ma qual è il prezzo da pagare? Il personaggio con cui interagiamo adatta il proprio comportamento manipolatorio e le sue reazioni alla strategia del giocatore. Può metterlo alla prova attraverso dei temper tantrum, bombardamenti affettivi e atteggiamenti passivo-aggressivo. Le possibili narrazioni dipendono da variabili globali come la sottomissione o l’interesse per il principe. Qui il sesso è sia un espediente narrativo che un modo per investigare il corpo e la psicologia dell’altro. Il giocatore ha a disposizione tre sensi su cinque durante il rapporto. Nella relazione il dialogo progressivamente svanisce e il sesso è l’unico modo per comunicare.

Lorenzo Redaelli ha conseguito una Laurea in Comunicazione, Media e Pubblicità nel 2017 presso l’Università IULM con una tesi intitolata “Gojira vs. Godzilla; come Hollywood ha reinterpretato i film Kaiju giapponesi”. Appassionato di cultura nipponica, arte e storytelling multimediale, Lorenzo ha girato numerosi corti animati, un film indipendente e ha prodotto due

Clicca qui per vedere la pagina del gioco

Il festival: Game On! El arte en juego

NEWS: LORENZO REDAELLI'S MILKY WAY PRINCE: THE VAMPIRE STAR AT GAME HAPPENS 2019

COLL.EO

yo-2.png

Lorenzo Redaelli’s Milky Way Prince: The Vampire Star will be featured at the upcoming edition of Game Happens, Italy’s most exciting indie game festival.

Lorenzo developed his game during the 2018-2019 edition of the Master of Arts in Game Design at IULM University. Milky Way Prince was accepted by Game Happens, the international festival dedicated to the cultural, political and social impact of video games. Now in its fifth edition, Game Happens takes place in Genoa from November 8-10 2019. The festival examines the most innovative aspects of the European independent video game scene, connecting this lively field with other creative, cultural, and technological industries. The theme of the 2019 edition is Elements of Change. It features two main events: a conference, in English, aimed at industry professionals, but also at aspiring game designers, and an exhibition open to the general public, where people can experience some of the most innovative and exciting independent games. Click here to see the complete list of games on display.

Milky Way Prince is a first-person interactive visual novel about an abusive relationship between two individuals, one of whom suffers from Borderline Personality Disorder. A love/erotic story, between a guy and a “shooting star” that follows players’ decisions, Milky Way Prince suggests that falling in love with somebody who suffers from BPD is like falling in love with a star. The more intense the move, the more unstable the person. The game’s key themes are idealization, self-annihilation/sacrifice for the beloved, and codependency. Reaching the Milky Way by helping the Prince seems to be the main goal of the game. But what is the price one has to pay? The character you interact with morphs his behavior/reactions onto the player’s “strategy”. This could lead to rage tests, love bombing sessions or ways to move compassion and to make the player feel guilty. The main narrative elements are based on variables such as the player’s submission or interest in the partner. Sex is both a narrative artifice and a way to investigate the other person’s body and psyche. The player can use three of his five senses during an erotic interlude. Dialogue slowly disappears and sex becomes the only way to have a “conversation” with the beloved. 

Lorenzo received a B.A. in Communication, Media, and Advertising in 2017 from IULM University with a Thesis titled “Gojira vs. Godzilla; How Hollywood reinvented Japanese Kaiju movies.” Among his passions are Japanese culture, art, and interactive storytelling. He directed several animated shorts, shot an independent film, and produced two albums. Lorenzo lives and works in Milan.

Game Happens 2019 is an event organised by Regione Liguria, through its in house company Liguria International, with the support of the Cultural Association Game Happens, and financed by the POR FESR Liguria 2014-2020. In collaboration with Società per Cornigliano. Game Happens began in 2014 as an international festival in Italy – part conference and part exhibition – dedicated to both indie game developers and students, without forgetting the diversity and variety of involved ideas and points of view. Game Happens brought to Genova amazing and inspiring designers and artists such as Rhianna Pratchett, Paolo Pedercini, Eric Zimmerman, Tale of Tales, Rami Ismail, Adrian Hon, and Chipzel, among others.

LINK: Game Happens 2019


Il videogioco di Lorenzo Redaelli, Milky Way Prince: The Vampire Star, sarà presente all’edizione 2019 di Game Happens, il più emozionante festival italiano dedicato alla cultura dei videogiochi.

Lorenzo ha sviluppato il suo gioco durante l'edizione 2018-2019 del Master of Arts in Game Design presso l'Università IULM e lo ha proposto a diversi festival, tra cui Game Happens, il festival internazionale dedicato all'impatto culturale, politico e sociale dei videogiochi, che dall'8-10 novembre 2019 torna a Genova per mostrare gli elementi più innovativi del videogioco indipendente europeo e per mettere in relazione questo dinamico settore con le altre industrie creative, culturali e tecnologiche. Il tema del 2019 è Elementi di cambiamento. Il Festival è suddiviso in due parti: una conferenza, in inglese, rivolta a chi lavora nell’industria dei videogiochi, ma anche a studenti e studentesse che vogliono entrare a far parte del settore, e una mostra aperta alla città in cui tutte le persone sono invitate a provare i titoli indipendenti selezionati che meglio rappresentano gli elementi del cambiamento dell’industria creativa. Clicca qui per vedere l'elenco completo dei giochi in mostra.

Game Happens 2019 è un evento organizzato da Regione Liguria, attraverso la sua società in house Liguria International, con il supporto dell’Associazione culturale Game Happens, e finanziato dal POR FESR Liguria 2014-2020. Con la collaborazione di Società per Cornigliano. Dal 2014, Game Happens è il festival internazionale in Italia – parte conferenza e parte mostra interattiva – dedicata a chi sviluppa videogiochi indipendenti e a studenti e studentesse che vogliono entrare a far parte dell’industria, senza dimenticare la diversità e la varietà di idee e punti di vista coinvolti. Game Happens ha portato a Genova figure leggendarie del game design come Rhianna Pratchett, Paolo Pedercini, Eric Zimmerman, Tale of Tales, Rami Ismail, Adrian Hon, e Chipzel.

Milky Way Prince è una visual novel in prima persona che mette in scena una relazione psicologicamente abusiva con una persona che soffre di disturbo Borderline della personalità. Storia d’amore/erotica tra un ragazzo e una stella cadente, Milky Way Prince si sviluppa in base alle decisioni del giocatore. Innamorarsi di una persona che soffre di BPD è come innamorarsi di una stella: più l’amore cresce e più questa diventa instabile. I temi principali sono l’idealizzazione, il sacrificio per la persona amata e la codipendenza. Il giocatore è convinto che l’obiettivo consista nel raggiungere la Via Lattea aiutando il Principe. Ma qual è il prezzo da pagare? Il personaggio con cui interagiamo adatta il proprio comportamento manipolatorio e le sue reazioni alla strategia del giocatore. Può metterlo alla prova attraverso dei temper tantrum, bombardamenti affettivi e atteggiamenti passivo-aggressivo. Le possibili narrazioni dipendono da variabili globali come la sottomissione o l’interesse per il principe. Qui il sesso è sia un espediente narrativo che un modo per investigare il corpo e la psicologia dell’altro. Il giocatore ha a disposizione tre sensi su cinque durante il rapporto. Nella relazione il dialogo progressivamente svanisce e il sesso è l’unico modo per comunicare.

Lorenzo Redaelli ha conseguito una Laurea in Comunicazione, Media e Pubblicità nel 2017 presso l’Università IULM con una tesi intitolata “Gojira vs. Godzilla; come Hollywood ha reinterpretato i film Kaiju giapponesi”. Appassionato di cultura nipponica, arte e storytelling multimediale, Lorenzo ha girato numerosi corti animati, un film indipendente e ha prodotto due

LINK: Game Happens 2019

NEWS: UNA NUOVA GENERAZIONE DI GAME DESIGNER, PARTE PRIMA

COLL.EO

THE NEW GENERATION OF GAME DESIGNERS.png

Lorenzo Redaelli, Alberto Putignano e Stefano Sanitate si sono aggiudicati i Premi allo Studio elargiti dall’Università IULM agli studenti più meritevoli dell’edizione 2018-2019 del Master of Arts in Game Design.

I premi, attribuiti da una commissione formata dai docenti del Master, hanno un valore complessivo di novemila euro (tremila ciascuno). La cerimonia di premiazione avrà luogo durante l’annuale GAME SHOW, il prossimo 11 ottobre 2019 dalle ore 18.00 alle 19.00 presso l’Aula Seminari dell’Università IULM. L’evento è gratuito e aperto al pubblico.

Lorenzo Redaelli ha conseguito una Laurea in Comunicazione, Media e Pubblicità nel 2017 all’Università IULM con una tesi intitolata “Gojira vs. Godzilla; come Hollywood ha reinterpretato i film Kaiju giapponesi”. Appassionato di cultura nipponica, arte e storytelling multimediale, Lorenzo ha girato numerosi corti animati, ha diretto un film indipendente e ha prodotto due album musicali. Durante l’edizione 2018-2019 del Master of Arts in Game Design ha realizzato il videogioco Milky Way Prince: the Vampire Star, una visual novel in prima persona che mette in scena una relazione psicologicamente abusiva con una persona che soffre di disturbo borderline della personalità. Storia d’amore/erotica tra un ragazzo e una stella cadente, Milky Way Prince si sviluppa in base alle decisioni del giocatore. Prima di iscriversi al Master of Arts, Lorenzo non aveva alcuna competenza di programmazione e animazione. Oggi Lorenzo vive e lavora a Milano.

Alberto Putignano ha ottenuto una Laurea di primo Livello in Ingegneria Informatica nel 2018 presso il Politecnico di Milano. Tra le sue passioni spiccano il pattinaggio, i videogiochi, il cinema, la musica e l’animazione nipponica. Durante l’anno accademico 2018-2019, Alberto ha sviluppato The Claustrum, un puzzle game 2D in pixel art caratterizzato da un’estetica lo-fi e da atmosfere oniriche, ambientato in un misterioso palazzo. Il giocatore deve risolvere gli enigmi presenti in ogni piano per raggiungere la vetta, dove risiede il misterioso LUI. Alberto vive e lavora a Milano.

Stefano Sanitate ha conseguito una Laurea di Primo Livello in Ingegneria Informatica nel 2018 presso il Politecnico di Milano. Ha imparato a leggere all’età di cinque anni per capire come superare un livello di Klonoa: Door to Phantomile (Namco). In passato, ha realizzato un prototipo digitale del celebre gioco in scatola Lorenzo Il Magnifico (Cranio Creations). Durante il Master of Arts in game Design ha sviluppato, in collaborazione con Lorenzo Martinoli, Stranded, un videogioco puzzle che presenta elementi adventure. Il gioco enfatizza il ruolo del linguaggio e della comunicazione attraverso segni e simboli. Ispirato all’arte astratta, all’architettura brutalista e all’estetica delle adventure tridimensionali prodotte negli anni Novanta come Myst, Stranded introduce sfide avvincenti. Stefano vive e lavora a Cardano al Campo, in provincia di Varese.


MEET A NEW GENERATION OF GAME DESIGNERS

Lorenzo Readelli, Alberto Putignano and Stefano Sanitate are the winners of the 2019 Study Prizes awarded by IULM University to the most deserving students of the 2018-2019 edition of the Master of Arts in Game Design.


The prizes, awarded by a special committee, amount to nine thousand euros overall (three thousand each). The award ceremony will take place during the annual event GAME SHOW, on October 11, 2019 from 18.00 to 19.00 at the Aula Seminari of the University IULM. The event is free and open to the public.

Lorenzo Redaelli received a B.A. in Communication, Media, and Advertising in 2017 from IULM University with a Thesis titled “Gojira vs. Godzilla; How Hollywood reinvented Japanese Kaiju movies.” Among his passions are Japanese culture, art, and interactive storytelling. He directed several animated shorts, shot an independent film, and produced two albums. With no previous experience in game design, Lorenzo developed Milky Way Prince: The Vampire Star, a first-person interactive visual novel about an abusive relationship between two individuals, one of whom suffers from Borderline Personality Disorder. Lorenzo lives and works in Milan.

Alberto Putignano received his B.A. in Computer Science from Politecnico di Milano in 2018. Among his passions are skating, gaming, cinema, music and Japanese animation. During the 2018-2019 academic year, Alberto developed The Claustrum, a a 2D pixel art puzzle game with lo-fi aesthetics and dreamlike atmospheres set in a mysterious building. The player must advance by solving each puzzle he encounters and reach the top floor where HE awaits. Alberto lives and works in Milan.

Stefano Sanitate received his Bachelor of Arts in Computer Science in 2018 from Politecnico di Milano. He learned how to read at the age of five in order to understand how to advance in Klonoa: Door to Phantomile (Namco). As a student at Politecnico, he designed the digital version of a popular board game, Lorenzo Il Magnifico (Cranio Creations). In collaboration with Lorenzo Martinoli, Stefano developed Stranded, a puzzle game that emphasizes the role of language and communication through signs and symbols. Inspired by abstract art, brutalist architecture, and the aesthetics of 3D adventure games developed in the 1990s such as Myst, Stranded provides a set of unique challenges to the player. Stefano lives and works in Cardano al Campo, near Varese.